Show Info

Termine dilatorio per l’iscrizione ipotecaria: esclusa la sospensione feriale

6 Maggio 2021|

In tema di riscossione dei tributi, con riferimento all’iscrizione ipotecaria, la Corte di Cassazione ha affermato il principio secondo il quale, tenuto anche conto dell'alternatività dell'iscrizione ipotecaria rispetto all'espropriazione ordinaria e del fatto che l'iscrizione si colloca tra la notificazione della cartella di pagamento e il pignoramento, si deve ritenere che il termine dilatorio di sessanta giorni imposto al concessionario prima di procedere all’espropriazione forzata (art. 50, co. 1 del DPR n. 602 del 1973) non incida sulla proposizione dell'azione o comunque sul diritto di agire in giudizio dell'interessato e, pertanto, non possa considerarsi un termine processuale, con conseguente esclusione dell'applicazione della regola della sospensione feriale dei termini (Ordinanza 04 maggio 2021, n. 11604).