Ultima ora

Termine di conservazione elettronica delle dichiarazioni

L’Agenzia delle Entrate chiarisce che ai fini della conservazione elettronica dei modelli dichiarativi, comunicativi e di versamento, per il calcolo del termine di scadenza occorre fare riferimento all’anno di produzione e trasmissione del documento. A titolo esemplificativo, per la dichiarazione annuale dei redditi 2017 (anno d’imposta 2016), essendo un documento formatosi nel corso dell’anno 2017, la conservazione elettronica deve essere fatta entro il terzo mese successivo al termine di presentazione delle dichiarazione dei redditi relativa all’anno d’imposta 2017, ossia il 31 dicembre 2018. (Risoluzione n. 9/E del 29 gennaio 2018).

Termine di conservazione elettronica delle dichiarazioni

L’Agenzia delle Entrate chiarisce che ai fini della conservazione elettronica dei modelli dichiarativi, comunicativi e di versamento, per il calcolo del termine di scadenza occorre fare riferimento all’anno di produzione e trasmissione del documento. A titolo esemplificativo, per la dichiarazione annuale dei redditi 2017 (anno d’imposta 2016), essendo un documento formatosi nel corso dell’anno 2017, la conservazione elettronica deve essere fatta entro il terzo mese successivo al termine di presentazione delle dichiarazione dei redditi relativa all’anno d’imposta 2017, ossia il 31 dicembre 2018. (Risoluzione n. 9/E del 29 gennaio 2018).