Show Info

Scuola: illegittima la successione di contratti di lavoro a termine

27 Novembre 2014|
Con sentenza del 26 novembre 2014, n. C-22/13, la Corte di Giustizia ha affermato che, è contraria al diritto dell’UE la normativa nazionale sul lavoro a tempo determinato (D.Lgs. n. 368/2001) che autorizzi, in attesa dell’espletamento delle procedure concorsuali per l’assunzione di personale di ruolo delle scuole statali, il rinnovo di contratti di lavoro a tempo determinato per la copertura di posti vacanti e disponibili di docenti nonché di personale amministrativo, tecnico e ausiliario, senza indicare tempi certi per l’espletamento di dette procedure concorsuali. Tale normativa, infatti, da un lato, non consente di definire criteri obiettivi e trasparenti al fine di verificare se il rinnovo di tali contratti risponda effettivamente ad un’esigenza reale e, dall’altro, non prevede nessun’altra misura diretta a prevenire e a sanzionare il ricorso abusivo ad una successione di contratti di lavoro a tempo determinato.