Ultima ora

Sanzioni per tardiva trasmissione fattura elettronica

La fattura elettronica emessa a fine mese, riferita a più prestazioni di servizi effettuate in un mese solare nei confronti dello stesso cliente, per la quale è stabilito il pagamento a XX giorni dalla data di emissione della fattura, non è una fattura cd. "riepilogativa differita", pertanto deve essere trasmessa allo Sdì entro il giorno 12 del mese successivo. Per la tardiva trasmissione della fattura (il giorno 15 del mese successivo), computata però nella liquidazione IVA di competenza, si applica la sanzione "da euro 250 a euro 2.000", salva la possibilità di avvalersi del ravvedimento operoso. (Agenzia delle Entrate - Risposta a interpello n. 528 del 2019).