Show Info

Reintegrazione solo se il fatto ascritto al lavoratore licenziato non sussiste

11 Novembre 2014|
In tema di licenziamento, la reintegrazione nel posto di lavoro avviene in relazione alla verifica della sussistenza/insussistenza del fatto materiale posto a fondamento del licenziamento medesimo, con la conseguenza che esula dalla fattispecie che è alla base del reintegro ogni valutazione attinente al profilo della proporzionalità della sanzione rispetto alla gravità del comportamento addebitato (Corte di Cassazione, sentenza 6 novembre 2014, n. 23669).