Show Info

Regime forfetario: dipendente all’estero che rientra in Italia

3 Febbraio 2021|

Il lavoratore dipendente all’estero, iscritto all’AIRE, che, cessato il rapporto di lavoro subordinato, rientri in Italia continuando a collaborare dall'Italia come lavoratore autonomo con la medesima impresa (ex datore di lavoro), può adottare il regime forfetario, se nel precedente periodo d’imposta risulta effettivamente residente all’estero. In tal caso, la residenza e il lavoro all’estero non fanno scattare la causa ostativa di continuazione del lavoro con il precedente datore di lavoro. In ogni caso, resta la condizione di non aver percepito nell’anno precedente un reddito di lavoro dipedente non superiore a 30 mila euro; tale condizione non si applica se il rapporto di lavoro dipendente, sempre nell’anno precedente, è cessato. (Agenzia delle Entrate - Risposta 3 febbraio 2021, n. 81).