Ultima ora

Regime di non imponibilità Iva e diritto al rimborso

In caso di emissione di fatture errate con IVA, le stesse possono essere corrette mediante nota di variazione di cui all’art. 26, co. 3, D.P.R. n. 633/1973, entro il termine di un anno dalla data di emissione o in alternativa può essere richiesta la restituzione dell’IVA addebitata ed erroneamente versata entro il termine di due anni dalla data di versamento (Agenzia Entrate - risposta 26 novembre 2019, n. 498).