Ultima ora

Nel premio erogato ai lavoratori presenti nel lockdown si considerano anche i permessi sindacali

L'importo del premio ai lavoratori dipendenti previsto dall’art. 63 del decreto legge 17 marzo 2020, n. 18 (cd. decreto Cura Italia) potrà essere determinato utilizzando il rapporto tra i giorni di presenza in sede effettivamente lavorati nel mese di marzo, compresi quelli svolti, per l'attività sindacale in ufficio su convocazione dell’Amministrazione o presso la sede sindacale, e i giorni lavorabili nel medesimo mese come previsto dal contratto collettivo, ovvero individuale qualora stipulato in deroga allo stesso. Per completezza, si ricorda che l'incentivo economico è riconosciuto, tra l'altro, dal sostituto d'imposta entro il termine di effettuazione delle operazioni di conguaglio e recuperato dai medesimi sostituti utilizzando l'istituto della compensazione di cui all'articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241. (AGENZIA DELLE ENTRATE - Risposta 03 novembre 2020, n. 519).