Newsflash

Negoziazione assistita obbligatoria

Poiché il risarcimento dei danni per sinistri stradali costituisce uno dei due casi di negoziazione assistita obbligatoria, è opportuno evidenziare la decisione resa dalla Corte costituzionale con sent. 16 ottobre 2014, n. 235 che ha dichiarato la piena legittimità del meccanismo di liquidazione delle lesioni micropermanenti previsto nell’art. 139 del codice delle assicurazioni.

In particolare secondo la Consulta «Non è costituzionalmente illegittimo il meccanismo tabellare di risarcimento del danno biologico ex art. 139 del D.Lgs. 7 settembre 2005, n. 209 (codice delle assicurazioni), che limita il risarcimento del danno alla persona in materia di microlesioni da sinistro stradale. Nel sistema vigente di responsabilità civile per la circolazione dei veicoli obbligatoriamente assicurata, l’interesse risarcitorio particolare del danneggiato deve misurarsi con quello, generale e sociale, degli assicurati ad avere un livello accettabile e sostenibile dei premi assicurativi.

    L’art. 139 cod. assicurazioni consente il risarcimento anche del danno morale, inteso come sofferenza personale e componente del danno biologico. Se in concreto ne ricorrono i presupposti, il giudice può liquidare il danno morale incrementando l’ammontare del danno biologico secondo la previsione, e nei limiti, di cui alla disposizione dell’art. 139, comma 3, codice delle assicurazioni.

    Non è fondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 139 (Codice delle assicurazioni private) in riferimento agli artt. 2, 3, 24, 32, 76 e 117, primo comma, Cost., agli artt. 2, 3, 6 e 8 della CEDU e 1 del Protocollo addizionale alla Convenzione medesima, all’art. 6 del Trattato dell’Unione europea e agli artt. 1 e 3, comma 1, della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea».