Ultima ora

Licenziamento per giustificato motivo soggettivo e condotta negligente

Il licenziamento per giustificato motivo soggettivo è considerato legittimo se viene fornita la prova di una colpevole e negligente violazione degli obblighi contrattuali del lavoratore nell’espletamento della sua normale prestazione, non è sufficiente, quindi, dimostrare il mancato raggiungimento del risultato atteso (Cassazione, sentenza 19 settembre 2016, n. 18317).