Ultima ora

Licenziamento disciplinare, la recidiva solo in occasione di una nuova specifica mancanza

Il datore di lavoro, una volta esercitato validamente il potere disciplinare nei confronti del prestatore di lavoro in relazione a determinati fatti costituenti infrazioni disciplinari, non può esercitare una seconda volta, per quegli stessi fatti, il detto potere ormai consumato, essendogli consentito soltanto di tener conto delle sanzioni eventualmente applicate, entro il biennio, ai fini della recidiva (Corte di CassazIone - sentenza 12 settembre 2016, n. 17912)