Ultima ora

Lease back di un’officina: quota indeducibile dei canoni

Nel caso di un’operazione di lease-back, che ha comportato la cessione a una società di leasing di un complesso immobiliare composto da fabbricato e aree pertinenziali e il mandato alla stessa di costruire secondo le proprie indicazioni un'officina meccanica, con l'accordo di stipulare al termine della costruzione, un contratto di leasing avente ad oggetto il nuovo fabbricato realizzato, per un corrispettivo complessivo equivalente a quello di cessione, il valore non deducibile dei canoni di leasing, da attribuire alla parte della quota capitale riferibile all'area, è determinato in misura pari al maggior valore tra quello esposto in bilancio nell'anno di acquisto e quello corrispondente al 20% e, per i fabbricati industriali, al 30% del costo complessivo stesso. Per fabbricati industriali si intendono quelli destinati alla produzione o trasformazione di beni. (Agenzia delle Entrate - Risposta a interpello n. 63 del 2020).