Ultima ora

IVA al 22% per il compenso relativo ad un progetto di ricerca

Le prestazioni di servizio di ricerca scientifica e tecnologica non configurino una prestazione medica ai sensi dell’art. 10, n. 18 del decreto IVA, ma configurano una vera e propria attività di ricerca i cui risultati rientrano nella disponibilità del committente. Pertanto, il corrispettivo pagato dal committente deve essere assoggettato ad IVA con aliquota ordinaria del 22% (Agenzia Entrate - risposta 08 ottobre 2020, n. 456).