Ultima ora

Fatturazione elettronica: precisazione del Garante privacy

In risposta alle dichiarazioni di rappresentanti politici e organizzazioni sindacali il Garante per la privacy ha precisato che il parere negativo riguardo al nuovo provvedimento in materia di fatturazione elettronica non riguarda l’istituto della stessa, bensì l’estensione dell’utilizzo da parte del Fisco, a fini di controllo, di ulteriori dati ricavati dalle fatture elettroniche non fiscalmente rilevanti. Il Garante sottolinea che tale estensione, così come prevista dall’Agenzia delle Entrate, contrasta con il principio di proporzionalità su ci si basano l’ordinamento interno ed europeo e configura un sistema di controllo irragionevolmente pervasivo della vita privata di tutti i contribuenti, senza peraltro migliorare il doveroso contrasto dell’evasione fiscale. (Comunicato 13 luglio 2020).