Show Info

Errata fatturazione: correzione e diritto alla detrazione

20 Dicembre 2021|

In caso di errata indicazione dell’indirizzo in fattura e consegna al committente/cessionario oltre i termini (nella fattispecie dopo tre anni dall’emissione), non è possibile emettere una nota di variazione per correggere l’errore con l’emissione di una nuova fattura. Il cessionario/committente può registrare la fattura nell’anno di ricezione ed esercitare il diritto di detrazione entro il termine di presentazione della dichiarazione annuale del medesimo anno di ricezione. Qualora detto termine sia decorso è possibile far valere la detrazione presentando una dichiarazione integrativa a favore entro il quinto anno successivo. (Agenzia delle Entrate - Risposta 17 dicembre 2021, n. 832).