Ultima ora

Domanda di concordato preventivo: compensazione credito IVA

La compensazione del credito IVA, maturato successivamente alla domanda di concordato preventivo, con debiti fiscali e contributivi maturati anch'essi successivamente, non è inibita dalla presenza di debiti tributari e relativi accessori dichiarati e non versati iscritti a ruolo, di ammontare superiore a 1.500 euro, maturati antecedentemente alla presentazione della domanda medesima. Viceversa, si applica il divieto di utilizzo in compensazione, nel caso di debiti iscritti a ruolo maturati successivamente alla presentazione della domanda. (Agenzia delle Entrate - Risposta 06 novembre 2020, n. 536).