Ultima ora

Corrispettivi telematici: chiarimenti moratoria sanzioni

Con riferimento al 1° semestre di applicazione dell’obbligo dello scontrino elettronico (dal 1° gennaio 2020, ovvero dal 1° luglio 2019 per i soggetti con volume d’affari superiore a 400 mila euro) è riconosciuta la possibilità di certificare i corrispettivi tramite scontrini e ricevute fiscali analogici, fermo restando l’obbligo alla trasmissione telematica dei relativi dati. I soggetti che, nonostante obbligati a decorrere dal 1° luglio 2019, non abbiano provveduto alla trasmissione telematica, possono provvedere all’invio dei dati entro il termine di presentazione della dichiarazione IVA (30 aprile 2020) senza l’applicazione delle sanzioni amministrative. (Agenzia delle Entrate - Risoluzione n. 6/E del 2020).