Ultima ora

Congedo per assistenza disabili in situazione di gravità, precisazioni ministeriali

Con risposta ad interpello avanzato dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani in ordine alla corretta interpretazione dell’art. 42, D.Lgs. n. 151/2001, concernente la disciplina del congedo per assistenza disabili in situazione di gravità, il Ministero del lavoro (interpello n. 23/2014) ha chiarito che, qualora il disabile non risulti coniugato o non conviva con il coniuge, ovvero quest’ultimo abbia effettuato espressa rinuncia a godere del congedo suddetto, l’art. 42, co. 5, D.Lgs. n. 151/2001 consente al genitore non convivente di beneficiare del periodo di congedo, anche laddove possa essere garantita idonea assistenza da parte di un convivente more uxorio,non essendo tale soggetto legittimato a fruire del diritto.