Ultima ora

Certificato penale del casellario giudiziale in caso di tirocinanti e lavoratori minorenni

Nell’ipotesi di attività alberghiere, il certificato penale del casellario giudiziale (art. 2, D.Lgs. n. 39/2014) è richiesto solo per quelle attività che implichino un contatto diretto esclusivamente con soggetti minori, come avviene ad esempio per l’addetto al c.d. miniclub o al babysitting ecc., non riguardando, invece, le attività del settore afferenti al ricevimento, portineria, cucina, pulizia piani in quanto in tal caso la platea dei destinatari non è costituita solo da minori, né tantomeno risulta preventivamente determinabile. Pertanto, anche in presenza di tirocinanti o lavoratori minorenni in azienda, non si richiede al datore l’assolvimento dell’obbligo in questione per il personale impiegato nella stessa unità produttiva, sebbene addetto ad attività di tutoraggio, svolgendosi tale attività in via eventuale e, comunque, complementare all’attività lavorativa principale per il cui svolgimento il lavoratore è stato assunto (Interpello n. 25/2014).