Show Info

Accordo di “work for equity” con una start up innovativa

11 Novembre 2021|

In presenza di prestazioni di servizi di consulenza di comunicazione "altamente qualificati" rese da una società nei confronti della start up innovativa in adesione di un accordo di "work for equity", in forza del quale la società ha ricevuto come corrispettivo della prestazione di servizi una quota di partecipazione della società committente di valore pari a quello del servizio fornito, è possibile usufruire delle agevolazioni fiscali (art. 27, co. 4, decreto legge n. 179 del 2012), e, in particolare, la quota di partecipazione ricevuta a fronte della prestazione effettuata nei confronti della società committente non deve concorrere alla formazione del proprio reddito complessivo. (AGENZIA DELLE ENTRATE - Risposta 10 novembre 2021, n. 776).