Ultima ora

Imprese alimentari artigiane senza somministrazione e ricorso al lavoro intermittente

In merito ad una istanza di interpello avanzata dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei consulenti del lavoro, circa la corretta interpretazione della disciplina del lavoro intermittente (artt. 13 e ss., D.Lgs. 15 giugno 2015, n. 81), il Ministero del lavoro e delle politiche sociali chiarisce che le imprese alimentari artigiane possono stipulare contratti di lavoro intermittente, per le mansioni di cameriere e per il personale di servizio e di cucina (punto 5 della Tabella allegata al Regio Decreto n. 2657/1923), solo se operanti nel settore dei "pubblici esercizi in genere" (Interpello 30 gennaio 2018, n. 1)